PRCS 31
GROTTA ERCOLE Stampa 

Dati generali

Numero catasto CATASTO STORICO VG
6
Numero catasto REGIONE F.V.G.
31
Area geografica
CARSO TRIESTINO
Nazione
ITALIA
Provincia
TRIESTE
Comune
SGONICO
Località
GABROVIZZA
Dislivello
100 m
Sviluppo
290 m
Profondità
91 m
Num. ingressi
1
Pozzo di accesso
No
Pozzi interni
Artificiale/Naturale
Naturale

Altri nomi

GROTTA DI GABROVIZZA
JAMA OD CILE
VELIKA PECINA
PECINA GABROVSKA

Descrizione

DESCRIZIONE: la cavità è conosciuta con il nome di Grotta Ercole e si apre sul fondo di una vasta dolina situata a ridosso della linea ferroviaria. Un grande masso divide il portale dal quale si sviluppa una lunga galleria detritica che, dopo alcuni scivoli di moderata inclinazione, termina su di un largo ballatoio limitato da grandi gruppi di colonne. Da qui, scendendo con la scala per una parete inclinata e costellata di ripiani, si giunge al fondo costituito da una spianata argillosa al di sopra della quale la volta si innalza a formare un grande duomo. AGGIORNAMENTO del Gruppo Speleologico Monfalconese Spangar del 1981: dalla base della sala terminale si innalza una parete di circa 36m, interrotta da uno stretto terrazzo a 22m dalla base stessa. Alla sommità della parete la grotta prosegue, sulla destra fino ad una stanzetta quasi circolare di 3m di diametro e sulla sinistra, invece, sale per circa 10m fino ad un angusto terrazzo circondato da enormi stalattiti. Da questo punto, con un balzo di altri 10m, si arriva al punto culminante della cavità, in una stanza sita a 8m dalla volta del cavernone centrale. Risultano pertanto infondate le voci circa l'esistenza di un collegamento.

Note

1) ESPLORAZIONE COMPLETA
1) GROTTA AD ANDAMENTO ORIZZONTALE E VERTICALE
2) RILIEVO COMPLETO
2) GROTTA FOSSILE
3) CAVITA'FACENTE PARTE DEL PRIMO GRUPPO DI 280 GROTTE RIPOSIZIONATE SU CTR 1:5000 (CONVENZIONE CATASTO-REGIONE 20-11-98) (1999)
4) E' DISPONIBILE, MA NON ANCORA SEGNATA SU CTR LA POSIZIONE FATTA CON GPS DIFFERENZIALE
5) VINCOLO PAESAGGISTICO L1497/1939 ISTITUITO CON DELIB. GIUNTA REG.13.09.1996 N°4046

Pozzi

Ramo Nome ramo Profondità (m)
1 - 37.5

Rilievi

Bibliografia

GHERLIZZA F., 1983, - 100 Gruppo Grotte del C.A.T. ed., Trieste 1983: 1-208
WOLF B., 1934/7, Animalium Cavernorum Catalogus. Gravenhage 1934-1938, Verlag fur Naturwissenschaften, 1: 1-108, 2: 1-616, 3: 1-918
GARIBOLDI I., 1926, Catalogo delle cavita' carsiche della Venezia Giul ia. Istituto Geografico Militare, Firenze 1926:
BOEGAN E., 1930, Catasto delle Grotte Italiane. Fascicolo I: Grotte della Venezia Giulia. Istituto It. di Speleologia ed., Trieste 1930: 1-129
FINOCCHIARO C., 1971, Caverne e grotte della Regione Friuli-Venezia Giul ia. Encicl. Mon. della Regione F.V.G., 1 (1): 173-190
FORTI F., 1973, Considerazioni sui depositi di riempimento delle c avita' carsiche nel Carso triestino. Atti e Memorie, 13: 27-40
PETRITSCH F., 1895, Contribuzione alla speleologia del Carso Triestino . Tourista, 2 (8): 71-72, (9): 79-80, (10): 87-88
BESENGHI F., 1983, Due anni di attivita'. Rassegna di Attività della F.S.T., 1983: 11-14
BERTARELLI L.V., BOEGAN E., 1926, Duemila Grotte. Ed. T.C.I., Milano 1926: 1-494; rist. anast. Fachin ed., Trieste 1986
BENEDETTI G., 1994, Ercole. Bollettino del G.T.S., 13: 9-11
ALLEN V., STRINATI P., 1976, Guida alle grotte d'Europa. Bologna : Zanichelli ed. :173-201
MULLER G., 1930, I coleotteri cavernicoli italiani. G.d'I., 4 (2): 65-85
MULLER G., 1926, I coleotteri della Venezia Giulia. Adephaga, Studi ent., 1 (2): 1-306
MULLER G., 1947, I pselafidi cavernicoli del Carso Adriatico setten trionale (Venezia Giulia). Boll. Soc. Adr. Sc. Nat., 43: 133-146. Trieste
SAUNIG R., BRESSAN G., 1971, Impiego del radiotelefono nelle comunicazioni ipog ee. Atti II Conv. Naz. della Sez. Spel. del C.N.S.A., Trento sett. 1971, Tren to 1973: 268-276
GUIDI P., 1973, Incidenti avvenuti in grotte del Carso nel dopogue rra. Atti del III Conv. Naz. della Del. Spel. del C.N.S.A., Cuneo nov. 1973, Cuneo 1974: 31-37
GUIDI P., 1974, Incidenti nel Friuli-Venezia Giulia nel 1973. Bollettino del C.N.S.A., 3: 31-34
GUIDI P., 1971, Incidenti speleologici nella provincia di Trieste. Atti del II Conv. Naz. della Sez. Spel. del C.N.S.A., Trento sett. 1971, Trento 1973: 232-237
MAUCCI W., 1953, Inghiottitoi fossili e paleoidrografia epigea del solco di Aurisina (Carso triestino). Actes du Premier Comgr. Int. de Spel., Paris 1953, vol. 2 (Millau 1955): 155-199
STOCH F., DOLCE S., 1984, Invito allo studio della biospeleologia. Gli anima li delle grotte del Carso triestino. Trieste, Ed. LINT: 1-135
O.K.H., 1944, Karsthohlen im Abschwitt Trieste. Heft Nr. 3 zu 40 A-II-SW Villa Opicina. Im Auftrag des OKH - Mil.Geo. und Heeresvermessungsstelle Wien, Wien 1944 : 1-63
GASPARO F., 1995, La fauna delle grotte e delle acque carsiche sotterranee della Venezia Gi ulia, stato delle ricerche e check list delle specie cavernicole. Atti e Memorie, 32 (1994): 17-42+E285
PILLWEIN C., 1895, La Grotta delle tre Colonne. Tourista, 2 (5): 47
PERKO G.A., 1896, La Grotta Ercole. Tourista, 3 (2): 14-16
PERKO G.A., 1897, La Grotta Gigante. Tourista, 4 (4): 30-32, (5): 35-38
POLLI E., 1995, La lingua di cervo (Phyllitis scolopendrium (l.) neum.) sul Carso triesti no. Progressione 33, 18 (2): 38-43, dic. 1995
BUSSANI M., 1965, Le cianoficee nelle cavita' carsiche. Atti e Memorie, 5: 107-109
MAUCCI W., 1959, Lo stato attuale del catasto speleologico della Ve nezia Giulia (Grotte del Carso triestino). Rassegna Speleologica It., 11 (4): 190-219 e Boll. della Soc. Adr. di Sc. Nat., 51: 149-186
JEANNEL R., 1928, Monographie des Trechinae. III. "Abeille", 33: 1-592, Paris
BERAM A., 1920, N. 6. Grotta di Gabrovizza. Alpi Giulie, 22 (5/6): 40-41
GUIDI P., 1991, Nascita e primi anni di vita del Comitato delle Grotte della S.A.G. Simposio Int. sulla Protostoria della Speleologia, Città di Castello, sett. 1991: 91-104
GASPARO F., 1976, Note sulle morfologie di corrosione e di concrezio namento calcitico condizionate dalla presenza di d epositi di riempimento nella Grotta Azzurra di Sa- Atti e Memorie, 16: 117-130
DE MARTINI L., 1952, Osservazioni su tre inghiottitoi fossili della zon a di Gabrovizza (Carso triestino). Boll. Soc. Adr. Sc. Nat., 46: 91-97, Trieste
LEGNANI F., CAFFAU S., 1958, Primo contributo alla conoscenza della flora batte rica caratterizzante il decorso del Paleotimavo. Actes du II Congr. Int. de Spel., Bari oct. 1958, vol. 2: 156-157, Caste llana Grotte 1963
FINOCCHIARO C., 1976, Relazione dell'attivita' della Commissione Grotte 'E.Boegan' nell'anno 1975. Atti e Memorie, 15: 7-15
TAUCER E., 1892, Relazione della Commissione alle Grotte. Atti e Memorie della Soc. Alpina delle Giulie, 1887-1892: 103-109
MORTON F., 1936, Relazione sulla vegetazione delle doline del Carso triestino. A.G., 37 (2): 57-70
BOLDORI L., 1934, Ricerche in caverne italiane. "Boll. Soc. Ent. It.", 66: 58-61
MULLER G., 1922, Secondo contributo alla conoscenza della fauna cav ernicola italiana. "Atti Acc. Scient. Veneto-Trentino-Istriana", n. 3 , 13: 22-35, Padova
FORTI F., SEMERARO R., 1979, Sistema ipogeo del Carso triestino: sedimentazione e speleogenesi. Atti IV Conv. di Spel. del F.V.G., Pordenone nov. 1979, Pordenone 1983: 123-131
GHERLIZZA F., HALUPCA E., 1988, Spelaeus. Club Alpinistico Triestino ed., Trieste 1988: 1-320
VEIT E., 1896, Visita della Grotta Ercole presso Gabrovizza. Tourista, 3 (3): 23

Grotte nelle vicinanze

GROTTA PRESSO LA 6 VG

VG 5164 /RG3687
Distanza 0.01 km

GROTTA 2° A NW DI GABROVIZZA

VG 4562 /RG1749
Distanza 0.09 km

CHARLIE 1

VG 6111 /RG6217
Distanza 0.14 km