PRCS 3139
INGHIOTTITOIO IN LOCALITA' DOUH Stampa 

Dati generali

Numero catasto CATASTO STORICO FRIULI
1593
Numero catasto REGIONE F.V.G.
3139
Area geografica
PREALPI GIULIE
Nazione
ITALIA
Provincia
UDINE
Comune
NIMIS
Località
MONTEPRATO
Dislivello
6.3 m
Sviluppo
18.3 m
Profondità
6.3 m
Num. ingressi
1
Pozzo di accesso
Pozzi interni
No
Artificiale/Naturale
Naturale

Descrizione

ACCESSO Da Monteprato si segue la carrareccia per la località Douh, indi per il sentiero che conduce ad un rudere (segnato sulla tavoletta IGM); si prosegue una cinquantina di metri e, sulla destra, scendendo, vicino al sentiero si troverà l'ingresso della cavità. DESCRIZIONE Si tratta di una buca, con il fondo formato da grossi massi. Sulla destra, fra il materiale detritico, s'apre un angusto passaggio in discesa, scavato in roccia e con notevoli tracce d'erosione. La sezione di questo tratto denota come vi sia stato un ringiovanimento della cavità, con aumento della fase erosiva e di trasporto. Passata la strettoia si prosegue, sulla destra, lungo un tratto ad andamento meandriforme, col fondo coperto da materiale sabbioso-argilloso; si giunge quindi in una zona di raccolta delle acque di percolazione sotterranea, provenienti da due diversi sistemi di fratture. La sorgente di destra è formata su un fascio di fratture e si presenta alta e stretta ed in parte obliterata da massi di varia dimensione, l'altra, quella di fronte, si presenta come una piccola condotta forzata, con notevoli tracce d'erosione (piccole marmitte, molte delle quali tagliate da un canale di scarico).Il materiale detritico fine che copriva questa parte della cavità è stato asportato dall'acqua, mentre sono rimasti i clasti più grandi a spigoli vivi o leggermente arrotondati e ricoperti da una patina di concrezione. La cavità prosegue con un tracciato rettilineo quindi ad andamento meandriforme e, in breve, diviene impraticabile. L'altra diramazione si presenta con il fondo formato da terriccio e clasti e prosegue con lieve inclinazione. La cavità è in una fase attiva, fase che determina dei parziali riempimenti, sul fondo di questo ramo, nei periodi di piena e degli svuotamenti nei periodi di magra. Probabilmente la sua formazione è dovuta a cattura delle acque che scorrono attualmente nel vicino rio, mentre le due sorgenti interne sono alimentate dalle acque del rio che s'infiltra più a monte.

Note

1) RILIEVO COMPLETO
1) GROTTA ATTIVA
2) ESPLORAZIONE COMPLETA
2) GROTTA AD ANDAMENTO ORIZZONTALE E VERTICALE

Rilievi

Bibliografia

-, 1981, Dati catastali delle cavità rilevate dall'A.F.R. (dal n. 41 al n. 70). Bollettino dell'Ass. Friul. Ricerche, 4: 89-93, Tarcento 1981.
MUSCIO Giuseppe, MORO Giuseppe, 1996, Elenco catastale dei Monti La Bernadia. In "Il fenomeno carsico del massiccio dei Monti La Bernadia (Prealpi Giulie - Friuli)", a cura di Giuseppe Muscio, Mem. dell'Ist. It. di Speleologia, s. 2, 8: 89-98, Udine 1996.
ZOZ Vanni, 1979, Nuovi fenomeni carsici sull'altopiano di Monteprato. Bollettino dell'Ass. Friul. Ricerche 3: 10-21, Tarcento 1979.

Grotte nelle vicinanze

POZZO IN LOCALITA' DOUH

FR 2011 /RG3668
Distanza 0.08 km

GROTTA DI VALLEMONTANA

FR 2092 /RG3812
Distanza 0.35 km

GROTTA 3° A SW DI MONTEPRATO

FR 399 /RG808
Distanza 0.42 km