PRCS 6916
GROTTA ZAGHOUAN

Dati generali

Numero catasto REGIONE F.V.G. 6916
Numero catasto CATASTO STORICO FRIULI 4064
Area geografica ALPI GIULIE
Nazione ITALIA
Provincia UDINE
Comune Chiusaforte
Località M.CANIN
Dislivello 23 m
Sviluppo 62 m
Sigla CL35 m
Profondità 6 m
Num. ingressi 1
Pozzo di accesso No
Pozzi interni
Artificiale/Naturale Naturale

Posizione primo ingresso

Quota 1685 m
Cartografia CTR 5000 050034
Nome cartografia CTR MONTE CERGNALA
Cartografia 1:25000 IGM 14AIIISW
Nome cartografia IGM SELLA NEVEA
Lat. (WGS84) 46.3842
Long. (WGS84) 13.50251
Lat. gauss 5137849
Lon. gauss 2404856
Lat. eur50 46°23'06,3
Lon. eur50 13°30'12,5
Lat. igme 46°23'00,8
Lon. igme 01°03'01,2
Validità posizione fatta con GPS

Scopritore

Nome scopritore: BORLINI ANDREA
Nome gruppo: CIRCOLO SPELEOLOGICO IDROLOGICO FRIULANO
Scoperta nell’anno 29-08-2004

Rilievi

Tipo rilievo Gruppo Nome Gruppo Data rilievo Eseguito da
Primo Rilievo CSIF CIRCOLO SPELEOLOGICO IDROLOGICO FRIULANO 29-08-2004 PUPOLIN ROBERTO
Primo Rilievo CSIF CIRCOLO SPELEOLOGICO IDROLOGICO FRIULANO 29-08-2004 BORLINI ANDREA
Scopritore CSIF CIRCOLO SPELEOLOGICO IDROLOGICO FRIULANO 29-08-2004 PUPOLIN ROBERTO
Primo Rilievo CSIF CIRCOLO SPELEOLOGICO IDROLOGICO FRIULANO 29-08-2004 PERSELLO RANIERI
Primo Rilievo CSIF CIRCOLO SPELEOLOGICO IDROLOGICO FRIULANO 29-08-2004 BERTOLUTTI D.
Scopritore CSIF CIRCOLO SPELEOLOGICO IDROLOGICO FRIULANO 29-08-2004 BORLINI ANDREA
Scopritore CSIF CIRCOLO SPELEOLOGICO IDROLOGICO FRIULANO 29-08-2004 BERTOLUTTI D.
Primo Rilievo PRADIS GRUPPO SPELEOLOGICO PRADIS 29-08-2004 CONCINA GABRIELE

Pozzi interni

Profondo Ramo Nome ramo Progressivo
3 m 1 PRINCIPALE 1
4 m 2 SECONDARIO 2
-12 m 2 SECONDARIO 3
7 m 2 SECONDARIO 4

Descrizione

ACCESSO: Partendo dal pianoro dove è situata la cavità siglata CL36 (6915/4063FR) sotto la mulattiera bassa che porta sul Col Lopic, si scende lungo la parete incontrando prima l’ampio portale di CL34 (6914/4062FR) e poi una trentina di metri più sotto spostato verso Est l’evidente ingresso della cavità. DESCRIZIONE: Si tratta di una cavità ad andamento misto. Si apre con un bel portale a metà parete diviso da un ponte di roccia. Dopo pochi metri un pozzo (P3) porta ad una grande sala, Bienvegnu a Zaghouan, ingombra di massi di crollo senza evidenti vie di prosecuzione verso il basso. Prima del pozzo sulla destra inizia uno stretto meandro soffiante che ritorna sulla sala verso sinistra (P4). Si prosegue verso destra in strettoia allargata con lavori di disostruzione che porta al pozzo camino Des Esperances. Scendendo (P7) si arriva su un deposito di argilla senza vie di prosecuzione. Risalendo (R12) si incontra prima una saletta ingombra di massi, poi una condotta fossile lunga una decina di metri con massi di crollo. Alla fine della risalita partono due vie: la prima consiste in una condotta fossile senza passaggio d’aria che diventa impraticabile dopo pochi metri; la seconda in uno stretto meandro da cui proviene una discreta corrente d’aria e che si ferma dopo pochi metri su una strettoia oltre la quale la grotta prosegue. Nella sala Bienvegnu a Zaghouan è stata fatta una risalita per raggiungere delle possibili prosecuzioni che purtroppo entrambe chiudono dopo pochi metri in riempimenti senza passaggio d’aria.

Note

1) GROTTA AD ANDAMENTO MISTO
1) RILIEVO IN COMPUTER
2) PROSECUZIONI POSSIBILI
3) RILIEVO COMPLETO
4) INSERITA IN TOPOL

 

Rilievi